La sfida tra Trump e Clinton anche sui carri del Carnevale di Viareggio

La sfida per la Casa Bianca tra Hillary Clinton e Donald Trump ha ispirato gli artisti del Carnevale di Viareggio che per la prossima edizione delle sfilate, in programma dal 5 al 28 febbraio, hanno progettato opere allegoriche di satira sui due candidati presidenti degli Stati Uniti d’America. In particolare, i fratelli Umberto e Stefano Cinquini dedicano al candidato repubblicano Donald Trump la loro opera satirica dal titolo “Bang bang”.

Carnevale di Viareggio, tra le maschere anche Clinton e Trump

L’ambientazione è quella di un Saloon del Far West in cui le armi sono protagoniste. Sul proscenio del carro un gigantesco volto di Trump con il suo inconfondibile ciuffo biondo, sul quale balla una Statua della Libertà con in mano una pistola. Guarda alle prossime elezioni americane anche la maschera Mad Donald Trump, che propone in chiave allegorica il candidato repubblicano nelle vesti di un clown, pronto a propinare cibi a basso costo, pur di sconfiggere la rivale Clinton. Le gaffe di Trump, invece, ispirano la maschera di Rodolfo Mazzone dal titolo “Lo S trump alato” in cui il candidato repubblicano Trump appare in marcia trionfale verso la Casa Bianca, mentre la democratica Clinton si appresta a impallinarlo nella corsa elettorale. Il tutto mentre la Cina si rivela sempre più super potenza economica, a discapito degli Stati Uniti, come racconta Roberto Vannucci con il carro “Chinatown Street”, che descrive in chiave satirica l’avanzata del più grande Paese orientale, ormai culminata nella trasformazione di Wall Street in Chinatown Street.