Rubavano il cibo dei bambini alla mensa scolastica: arrestate 2 cuoche

Dalle denunce dei genitori indirizzate a fare chiarezza su quanto avviene nelle ore di scuole ai propri figli si scopre davvero di tutto. E di più. Stavolta, però, non siamo drammaticamente alle prese con l’ennesima insegnate violenta che impartisce le regole a suon di schiaffi e umiliazioni: no, stavolta mel mirino degli inquirenti sono finite due cuoche, addette alla mensa scolastica che hanno pensato bene di sottrarre il cibo destinato ai pasti dei piccoli utenti per riempire le proprie dispense. E che cibo: gli alimenti sequestrati sarebbero pari a un valore di circa 2.000 euro, e dopo il preventivo riconoscimento anche tramite l’elenco delle bolle di consegna merce, sono stati consegnati al responsabile del catering della mensa della scuola. Le due cuoche, invece, sono state poste agli arresti domiciliari con l’accusa di furto aggravato.

Rubavano il cibo dei bambini a mensa: arrestate 2 cuoche

Tutto, ancora una volta, è cominicato allora dalle rimostranze dei ragazzini: e i genitori, stanchi di sentire i propri figli lamentarsi per le porzioni dimezzate nei piatti, sono passati all’azione. Così, sospettando che qualcuno in cucina lucrasse sulla dieta degli scolari, si sono rivolti ai Carabinieri che hanno pizzicato le due cuoche, dipendenti di una cooperativa che gestisce la mensa scolastica, con il portabagagli carico di generi alimentari. Le addette ai fornelli della mensa di un istituto scolastico comprensivo di Villa Bonelli sono state così arrestate con l’accusa di furto aggravato. Beccate, è proprio il casi di dirlo, con la mani del sacco… delle verdure. Colte in flagrante… con le mani nella marmellata. E chi più ne ha – o se ne ricorda – più ne metta…

Appostamenti  e sospetti: perquisite le auto delle 2 cuoche

I Carabinieri, insomma, dopo aver appreso dei sospetti adombrati dai genitori, hanno organizzato un piano di appostamenti e ieri pomeriggio (giovedì 20 ottobre ndr), la trappola è scattata quando, al termine del turno di lavoro, le due donne di 56 anni e di 52 anni, sono uscite con la macchina dalla scuola. Una volta intercettate e fermate, i militari hanno chiesto loro di aprire i portabagagli delle macchine dove, sapeientemente occultati, sono stati rinvenuti una cassetta di prodotti ittici e altre derrate alimentari. Non solo: a casa della due cuoche, gli investigatori hanno trovato la dispensa piena: diverse forme intere di parmigiano, cartoni di bottiglie d’olio, numerosi pacchi di biscotti wafer, tranci di carne suina, confezioni di merende consistenti in panini preconfezionati, pasta, pesce surgelato, legumi, frutta, ortaggi, consegnati dai fornitori alla mensa per i piccoli allievi.