Roma, niente stop ai migranti: Fratelli d’Italia smaschera il gioco dei grillini

Messi alle strette, hanno gettato la maschera e si sono rifiutati di approvare misure contro nuovi flussi di migranti a Roma. «Non è una novità, noi di Fratelli d’Italia lo abbiamo sostenuto fin dall’inizio che i grillini sono in continuità con la sinistra, l’altra faccia della stessa medaglia». È quanto dichiarano in una nota congiunta gli esponenti di Fdi-An, Fabrizio Ghera e Andrea De Priamo, i consiglieri Maurizio Politi e Francesco Figliomeni, Rachele Mussolini della Lista civica “Con Giorgia”.

Da Fratelli d’Italia l’iniziativa per dire stop a nuovi ingressi in massa

«La conferma – dicono gli esponenti di Fratelli d’Italia – è la bocciatura del nostro ordine del giorno presentato  in occasione del consiglio straordinario, richiesto anche da noi, su via Cupa. Roma non è più in grado di accogliere altri migranti, l’immigrazione selvaggia che questo governo, con la complicità ieri di Marino e oggi della Raggi, scarica sulle nostre periferie non è più sostenibile. Il nostro documento, bocciato sia dal M5S che dal Pd, chiedeva quindi di fermare tutto ciò e di salvaguardare il territorio attraverso l’incremento di maggiori presidi di sicurezza. Grillini e sinistra bocciando l’ordine del giorno di Fratelli d’Italia, di fatto, gettano la maschera e si dichiarano a favore dell’immigrazione selvaggia». La riunione straordinaria del Consiglio comunale di Roma è arrivata dopo lo sgombero della tendopoli allestita in via Cupa e con alcuni ospiti che di recente si sono accampati di nuovo nel quartiere di San Lorenzo.