Richiedenti asilo e spacciatori, l’ultimo caso a Trieste: arrestati undici afgani

Erano tutti richiedenti protezione internazionale gli undici afgani arrestati a Trieste per spaccio di droga. Durante le indagini, la polizia ha accertato la vendita di centinaia di dosi di hashish, anche a minorenni. Lo spaccio avveniva in pieno centro, nella zona del Molo Audace, ed era organizzato in maniera capillare: gli afgani erano coadiuvati da vedette e complici pronti a nascondere la droga tra le siepi in caso di controlli.

Gli afgani non sono un caso isolato

E richiedenti asilo erano anche i due nigeriani arrestati qualche giorno fa a Empoli, nella zona della stazione. Entrambi alloggiavano in strutture di accoglienza e sono stati fermati con dosi non solo di marijuana, ma anche di eroina. Si tratta di casi tutt’altro che isolati o sporadici. Sempre nei giorni scorsi, stavolta a La Spezia, erano stati arrestati due giovani del Gambia, sorpresi anche loro a spacciare nel centro cittadino. Anche loro erano ospitati in una comunità locale e in attesa di permesso di soggiorno.