Renzi ci sta inguaiando: il debito pubblico schizza a oltre il 133%

La politica economica di Renzi ci proprio inguaiando. Il debito italiano salirà infatti al 133,2% nel 2016 dal 132,7% del 2015. Nel 2017 il debito crescerà al 133,4%. E’ quanto prevede il Fmi, che rivede al rialzo le stime sul debito italiano rispetto ad aprile, quanto aveva previsto un debito al 133% nel 2016 e al 131,7% nel 2017. Le stime sono superiori a quelle contenute nella Nota di aggiornamento al Def, dove ò previsto un debito al 132,8% nel 2016 e al 132,2% nel 2017.

Debito più alto, crescita più bassa

Oltre che sul debito, arrivano brutte notizie anche sul fronte della crescita.  Il Fmi lima le stime  per l’Italia. Dopo il +0,8% nel 2015, nel 2016 il pil italiano salirà dello 0,8% e nel 2017 dello 0,9%, rispettivamente 0,1 punti percentuali in meno rispetto alle stime di luglio e 0,2 punti percentuali rispetto ad aprile. Nella nota di aggiornamento al Def il governo ha previsto un pil in crescita dello 0,8% nel 2016 e dell’1,0% nel 2017. E fortuna che il governo Renzi doveva essere quello della ripresa italiana…