Gli stipendi che il governo non mette in Rete: all’ex ad di Enel 30mila euro al giorno

Con oltre 11 milioni di euro l’ex amministratore delegato di Enel, Fulvio Conti, è il Paperone tra i top manager pubblici. Secondo la dichiarazione dei redditi 2015 anno d’imposta 2014, il reddito complessivo di Conti è ammontato a 11.153.070 euro, includendo anche la liquidazione e i benefici che ha ricevuto a maggio 2014, quando ha lasciato la carica di amministratore delegato di Enel. I dati emergono dal Bollettino 2015 della Presidenza del Consiglio e dal Supplemento allo stesso Bollettino, che in base alla legge sulla trasparenza del 1982, hanno raccolto le dichiarazioni dei redditi di presidenti, vicepresidenti, amministratori delegati e direttori generali di istituti e di enti pubblici. Il Bollettino (alla faccia della trasparenza tanto sbandierata dal governo Renzi) non viene pubblicato sul sito internet, ma è consultabile presso il Dipartimento solo dietro un’apposita richiesta. Subito dietro Conti si piazza Ferdinando Falco Beccalli, presidente di Enav, con un redito complessivo di 9.523.956 euro. Beccalli detiene una quota del 60% nella Falco Holding, una società di consulenza con sede a Lugano. Medaglia di bronzo per l’amministratore delegato e direttore generale di Cassa Depositi e Prestiti, Fabio Gallia, con un reddito complessivo di 2.921.577 euro.

A Befera e Tarantola mezzo milione di euro all’anno

Il numero uno di Cdp ha dichiarato anche di possedere diversi fabbricati e terreni in comproprietà, quote societarie e fra l’altro una Ducati K1. Chiudono il club dei milionari Franco Bernabè, presidente della Fondazione La Quadriennale di Roma, con un reddito complessivo di 1.655.953 euro, Mauro Moretti, ex ad di Fs, con un reddito di 1.088.376 euro e Luciano Acciari, vice presidente uscente di St Microelectronics, con un reddito complessivo di 1.052.464 euro di euro. Tra gli altri manager statali più noti al grande pubblico, l’ex direttore dell’agenzia delle entrate Attilio Befera ha dichiarato nel 2015 redditi per complessivi 544.981 euro relativi al 2014 mentre l’attuale direttrice dell’agenzia, Rossella Orlandi, che l’ha sostituito guadagna 209.673 euro. Meglio ha fatto l’ex amministratore delegato di Cdp, Giovanni Gorno Tempini, con una dichiarazione di 748.183 euro. Sul versante Rai, l’ex presidente Anna Maria Tarantola ha dichiarato redditi complessivi per 582.522 euro, staccando di oltre 200 mila euro l’ex Dg della Tv di Stato Luigi Gubitosi, fermo a 369.802 euro.