Putin: “Cyber attacchi, gli Usa violano le norme internazionali”

“Minacciando la Russia di scatenare un attacco hacker, gli Stati Uniti ammettono per la prima volta di essere coinvolti in questo genere di attività”. Lo ha detto il presidente russo Vladimir Putin secondo quanto riferiscono le agenzie Tass e Interfax. “Naturalmente – ha aggiunto Putin riferendosi alle parole del vice presidente Usa Joe Biden sul fatto che l’America risponderà ai cyber attacchi imputati ai russi – questo è contrario alle norme internazionali”.

“Clinton aggressiva, Trump vuole la collaborazione antiterrorismo”

La Russia non ha alcuna intenzione di interferire nella campagna elettorale americana, ha precisato poi Putin. “Sacrificare le relazioni tra Usa e Russia per ragioni di politica interna americana è dannoso e controproducente”. Certo, ha osservato, “Clinton ha scelto una retorica aggressiva verso di noi mentre Trump parla di cooperazione nella lotta al terrorismo”.

Putin: “Gli Usa vedono e sentono tutto”

Putin poi ha scherzato. “Gli Usa vedono e sentono tutto. Ognuno di voi è spiato dall’intelligence americana”. Il numero uno del Cremlino  lo ha detto ai giornalisti russi che stanno seguendo il suo viaggio in India per il meeting dei Brics. “Voi siete il pool che segue il Cremlino, potete sentire o vedere qualcosa. Parlare con qualcuno, tranquillamente, a telefoni che sono aperti a tutti”.

“Le sanzioni contro la Russia sono controproducenti”

“Le sanzioni degli Stati Uniti non risolvono nulla (la crisi in Siria, ndr) sono soltanto mirate a contenere la forza della Russia. E non raggiungono mai lo scopo”, ha poi aggiunto poi Putin che ha parlato oggi pomeriggio in India prima che da Londra arrivasse la notizia che Usa e Gran Bretagna stanno pensando a nuove sanzioni contro Mosca per via dei raid su Aleppo.