Pronti alle barricate anche i comuni del Bolognese: basta case ai migranti

Sulla questione immigrazione e la requisizione forzata di immobili agli italiani per un malinteso senso dell’accoglienza il centrodestra è stato compatto e deciso, da FdI alla Lega a Forza Italia. Dopo le tensioni di Gorino nel Ferrarese, anche nei Comuni del Bolognese «sono pronti ad alzare le barricate», annuncia Forza Italia, in un comunicato firmato dal capogruppo in Regione Emilia-Romagna Galeazzo Bignami ed altri consiglieri comunali di centrodestra di vari comuni. «Quindici comuni del bolognese e dell’imolese – dicono – non hanno ancora accolto migranti. In quattro di questi (Galliera e San Giorgio di Piano, ancora nel cratere del sisma, e Minerbio e Fontanelice) le minoranze sono già pronte ad alzare le barricate». «Sostegno e solidarietà ai Comuni che hanno avuto il coraggio di dire ‘no’ – ha detto Bignami – ormai conosciamo l’andazzo. Con la scusa di far arrivare “pochi” profughi, di fatto poi si costringono i Comuni ad accogliere ben oltre le loro possibilità. La politica del rimpatrio non funziona, la tensione sociale è al massimo e chi ci amministra, a livello regionale, fa finta di non vedere. Ci continuano a raccontare che i sindaci sono informati ma ciò, sempre più spesso, non corrisponde a realtà. I sindaci e i loro Comuni vanno riportati al centro di questo processo decisionale. I cittadini, lungi dall’essere razzisti, chiedono solo rispetto e considerazione, questo è il segnale che è arrivato da Goro».

Meloni: A quando le case sfitte da destinare ai migranti?

La verità è che questa situazione è completamente sfuggita di mano al governo e rischia di degenerare, come nel caso della demonizzazione dei cittadini italiani a cui si è prestato anche il ministro Alfano. dice Giorgia Meloni sul suo profilo Fb: «Guardiamo al caso Goro. Si è parlato molto della protesta dei cittadini ma non del fatto che la Prefettura abbia requisito un ostello della gioventù. In altre parole il pubblico, facendo riferimento a una legge dell’Ottocento, ha requisito una proprietà privata per metterci i migranti. Ora, visto che io sono come Cassandra e le cose le dico prima, mi chiedo e vi chiedo: quanto tempo ci vorrà per prendere le seconde case sfitte e destinarle ai migranti?».