Pedofilia, bidello in manette a Roma: telecamere e bambine lo accusano

Bidello sotto accusa, una delle più terribili tra le accuse: quello che lo vede dietro le sbarre con il sospetto di aver abusato di una bambina di neppure 5 anni in una scuola materna di Roma. Qualcosa di più di un sospetto e di un’accusa in verità: il custode in questione, sarebbe stato infatti incastrato dalle immagini registrate dalle telecamere installate di nascosto dagli investigatori dopo la denuncia alla polizia di alcuni genitori allertati dagli inquietanti racconti dei loro figli di appena 4 e 5 anni che frequentano l’istituto capitolino finito nel mirino degli inquirenti per il sospetto caso di pedofilia.

Bidello pedofilo arrestato a Roma

Dunque, la comunità dei genitori e dei piccoli utenti della scuola materna romana è sotto choc: ancora un bidello pedofilo, ancora abusi perpetrati a danno di bambine piccole piccolissime, indifese. L’uomo, un 57enne, è stato arrestato e la notizia, che si è diffusa in poche ore, viene riportata già da alcuni quotidiani. Tutto è esploso nella giornata di ieri, (venerdì 28 ottobre ndr), quando gli agenti della Polizia di Stato della Squadra Mobile hanno eseguito l’arresto in flagranza di reato per violenza sessuale aggravata nei confronti di una bambina – ora, quindi, al vaglio della Procura di Roma, che ha aperto un’inchiesta, ci sono anche i racconti di altre bimbe, tutte piccole alunne della scuola materna frequentata dalla vittima –. Ma tutto è partito dalla segnalazione di alcuni genitori, i quali si sono presentati presso la quarta sezione della Squadra Mobile, per raccontare quanto appreso dalle loro figlie di quattro anni.

Incastrato dalle telecamere nascoste

Grazie a tali segnalazioni è stato iscritto un procedimento penale presso la Procura che ha fatto monitorare la scuola con appositi servizi, non eslcuso l’ormai purtroppo immancabile ricorso all’utilizzo di telecamere nascoste, o meglio, di un sistema di intercettazione audio-video nel locale in cui sarebbero avvenuti gli abusi. Le bambine, del resto, hanno manifestato a più riprese il loro fastidio con i genitori per le attenzioni sessualmente connotate dell’indagato. Indagato nel mirino che, nella giornata di ieri, attraverso le immagini registrate, si puntava a sorprendere nell’atto di abusare di una delle minori. Da quanto trapela, allora, sarebbero in corso indagini su eventuali altri episodi di cui il bidello pedofilo si sarebbe reso protagonista a danno delle piccole, indifese vittime.