Paura a Milano, esplosione in un bar: undici feriti

Per un’esplosione in un bar, “I cinque gradini”,  in una zona semicentrale di Milano avvenuta nella notte sono rimaste ferite, anche se non in pericolo di vita, 11  persone, tra cui un ragazzo di 13 anni.  Da quanto è stato riferito l’esplosione è avvenuta intorno all’1,30 in un locale in via Regina Giovanna che al momento era chiuso. L’esplosione, che ha poi causato un incendio, ha coinvolto i condomini della palazzina sovrastante il bar.  Secondo le prime informazioni, dei feriti intossicati e leggermente ustionati 4 sono stati portati al Niguarda, 4 al Fatebenefratelli e 2 all’ospedale Città Studi. La palazzina è stata evacuata al momento dell’esplosione ma poi i condomini sono rientrati dopo che è stata accertata l’agibilità dello stabile. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, la polizia locale, la polizia di stato e la scientifica.

Dalle prime indagini, che prendono in considerazione ogni ipotesi anche quella di un atto doloso, non è stato possibile chiarire l’origine dell’esplosione, cui ha seguito un incendio, in quanto gli investigatori non hanno avvertito alcun odore nè di gas nè di liquido infiammabile. L’unica certezza, al momento, è che l’esplosione è avvenuta all’interno del locale in quanto la saracinesca è stata trovata divelta verso l’esterno. La polizia, avvertita attorno all’1.40 dai vigili del fuoco, quando è arrivata sul posto ha solo visto fiamme basse, subito spente dai pompieri, e fumo. Il locale si trova al pian terreno di uno stabile di 7 piani. Immediatamente sono stati fatte evacuare 22 condomini, di cui 11 trasportati nei vari ospedali milanesi.