Parisi: «Sala ha già commesso molti errori, soprattutto sull’immigrazione»

Dall’immigrazione alle poltrone, un elenco di sbagli, che erano ampiamente prevedibili e che sono stati commessi in modo evidente dal sindaco di Milano. «Ha fatto molti errori, in linea con quello che si pensava. Il più grave l’incapacità di gestire questa forte pressione migratoria che era lì chiara e che invece non è stata gestita». È il giudizio di Stefano Parisi intervistato su Radio 24 sui primi mesi da sindaco di Giuseppe Sala.

Da Parisi l’atto di accusa al sindaco di Milano

«Ha fatto una giunta completamente politicizzata – ha aggiunto Parisi – tutta del Partito democratico, al novanta per cento, invece di mettere un po’ gente brava che viene dall’attività dalla Milano civile». Sulla sua sconfitta, Parisi ha spiegato di aver perso «perché Renzi ha abbandonato il partito della nazione e ha fatto l’Ulivo. Ha preso i voti a sinistra della sinistra della sinistra. Ha ricompattato le fila e ha vinto per pochi voti. Ha vinto Renzi togliendosi di torno, è stata un’operazione abbastanza intelligente», ha detto ancora l’esponente del centrodestra. «Mi hanno detto che non ho accusato e aggredito abbastanza Sala sui conti dell’Expo, forse hanno ragione», ha spiegato poi Parisi, aggiungendo che Sala i conti di Expo «non li ha ancora presentati».