Aggrediscono 80enne e gli danno fuoco: caccia a un gruppo di bulli

E’ caccia serrata a Siracusa un gruppo di bulli che sono entrati in casa di un fruttivendolo in pensione, Giuseppe Scarso, 80 anni, e dopo averlo dileggiato e picchiato gli hanno versato addosso benzina dandogli fuoco. L’uomo, con problemi fisici e mentali, è ricoverato in gravi condizioni da una settimana, con la prognosi riservata, nel reparto di Anestesia e rianimazione, ed è seguito da esperti del Centro grandi ustioni del Cannizzaro, a Catania. Scarso è molto conosciuto nella zona dove abita, in via Servi di Maria, ed è considerato una persona mite e dolce. I giovani criminali avrebbero preso di mira l’anziano già da alcuni giorni prima del tentativo di omicidio perseguitandolo e picchiandolo.

I bulli hanno versato benzina sul vecchio

Il procuratore di Siracusa, Francesco Paolo Giordano, ha aperto un inchiesta con l’ipotesi di tentativo di omicidio per i i bulli. La polizia di Stato sta indagando. «Un episodio tra criminalità e bullismo di quartiere. Siamo fiduciosi – ha detto – Grazie all’utilizzo dei diversi sistemi tecnologici, contiamo di avere qualche novità nelle prossime ore». Gli investigatori della squadra mobile stanno cercando di raccogliere le testimonianze e avrebbero già acquisito le immagini delle telecamere dei sistemi di videosorveglianza della zona, in particolare quelle di una pompa di benzina dove alcuni giovani avrebbero riempito una tanica di carburante. L’anziano sarebbe stato aggredito dai bulli di quartiere per futili motivi. le sue condizioni si stanno aggravando.

«I bulli sono vigliacchi che vanno isolati»

«Auspico che gli investigatori facciano presto piena luce sull’aggressione all’anziano di via dei Servi di Maria e manifesto la mia vicinanza alla vittima e alla sua famiglia». Lo ha affermato il sindaco di Siracusa, Giancarlo Garozzo. «Un gesto ingiustificabile e di puro bullismo – ha aggiunto – un atto violento che va punito senza attenuanti. Aggredire in tanti un soggetto debole e incapace di difendersi, dopo averlo deriso e umiliato nella sua dignità, è un’azione che dimostra la pochezza umana di chi la compie. I bulli sono solo dei vigliacchi che vanno isolati e denunciati affinché possano iniziare un percorso di recupero alla convivenza civile»