La Nazionale diventa Azzardopoli, “Avvenire” attacca la scelta di Intralot

Dura critica di Avvenire alla scelta di Intralot come sponsor della Nazionale di calcio. Il quotidiano dei vescovi dedica alla notizia il titolo di apertura, “Azzardo Nazionale” e il fondo del direttore Marco Tarquinio, “Azzurro Vergogna”. «Alzi la mano – scrive il direttore – chi sentiva il bisogno di uno sponsor “vietato ai minori” per le nostre squadre nazionali di pallone».

La Nazionale di calcio diventa Azzordopoli

«Finiscono sotto il marchio di Azzardopoli campionissimi, aspiranti “numero uno” del nostro mondo pallonaro e persino giovanissimi calciatori». Il direttore del giornale della Cei invoca «un arbitro politico che si dimostri in grado di impedire che i padroni di un «gioco che gioco non è» e che perciò, almeno sulla carta, è rigorosamente “vietato ai minori” mettano «definitivamente e solennemente le mani sul calcio azzurro, la quintessenza dello sport più amato dagli italiani che è, ovviamente, seguito da tutti, grandi e piccini. Non ci si può proprio rassegnare a questo azzurro vergogna», conclude.