Monumento a Ivan il Terribile: “Come Putin fece rispettare la Russia nel mondo”

Un monumento allo zar Ivan IV, meglio noto come Ivan il Terribile, è stato inaugurato oggi a Oryol, una città russa circa 350 chilometri a sud di Mosca. Famoso per il suo carattere tutt’altro che mite, al punto che arrivò addirittura a uccidere suo figlio in un eccesso d’ira, Ivan il Terribile guidò la Russia col pugno di ferro dal 1533 al 1584. Durante il suo regno l’Oprichnina, la sanguinaria milizia che aveva il diritto di sterminare e depredare nemici veri e presunti dello zar, uccise migliaia di persone. Sempre in quegli anni Ivan il Terribile fondò però anche la città di Oryol, che il 5 agosto ha celebrato i suoi 450 anni e ora gli dedica una statua. “Io considero Stalin, Ivan il Terribile, e Pietro I grandi uomini”, aveva detto tre mesi fa il governatore della regione di Oryol, Vadim Potomski. Oggi invece ha usato la figura di Ivan il Terribile per lodare Putin: “Il nostro grande, il più potente presidente, ha fatto in modo che la Russia sia rispettata in tutto il mondo così come a suo tempo aveva fatto Ivan il Terribile”. La statua – che sorge a due passi dalla cattedrale dell’Epifania – raffigura lo zar a cavallo e con una grande croce nella mano destra e una spada nella sinistra.