No ai Giochi, Malagò: “Anche il Papa voleva le Olimpiadi. Solo la Raggi no”

Gianni Malagò non si rassegna al no della sindaca Raggi alle Olimpiadi a Roma. Arriva persino a citare le parole di Papa Francesco «E’ stato clamoroso quanto detto ieri dal Santo Padre nel riconoscere non solo l’importanza dello sport ma l’importanza del movimento olimpico e delle Olimpiadi in particolare. Ed è in totale contrapposizione con quello che è successo». così il presidente del Coni, Giovanni Malagò ai microfoni di Sky Sport ha commentato l’invio da parte del sindaco di Roma Virginia Raggi della lettera al Cio con la quale si chiede ufficialmente il ritiro della candidatura di Roma per le Olimpiadi 2024.

Malagò non si rassegna al no della Raggi

Nell’udienza del primo Incontro mondiale “Sport e Fede” il Papa aveva detto: «Proprio in questi ultimi mesi abbiamo visto come i Giochi Olimpici e Paralimpici sono stati al centro dell’attenzione del mondo intero. Il motto olimpico “altius, citius, fortius” è un invito a sviluppare i talenti che Dio ci ha dato». Figuriamoci, musica per le orecchie di Malagò e di chi sostiene che il no ai Giochi sia  un clamoroso autogol per la Capitale. Il numero uno dello sport italiano sottolinea anche come l’assegnazione della Ryder Cup 2022, ottenuta qualche mese fa, sia stata frutto di «un eccellente gioco di squadra. ‘La Ryder Cup è la dimostrazione di quanto non è successo con la candidatura olimpica – sottolinea Malagò. Siamo riusciti ad ottenere questo importante evento perché c’è stato un eccellente lavoro di squadra tra le varie componenti, Federgolf, Coni, Governo e amministrazione locale. Se per la Ryder si fosse deciso in questi giorni state sicuri che non sarebbe mai venuta a Roma».