Tra le macerie di Sirte liberata dall’Isis: il video dei miliziani libici

Nel cuore della battaglia di Sirte. Miliziani libici che avanzano fra le rovine, altri che imbracciano mitra e sparano contro alcuni obiettivi, una camionetta con un soldato delle forze libiche che prende la mira mentre attraversa un strada della città. Il tutto corredato da una potente musica di sottofondo. Quelle che potrebbero essere le sequenze di un film, sono invece i combattimenti che stanno impegnando da mesi le milizie di Misurata, sostenute dal governo di Tripoli di Sarraj, contro l’Isis a Sirte. Le immagini sono state girate dalle milizie e poi postate sulla loro pagina Facebook.

 A Sirte, alcuni miliziani dell’Isis sono ancora presenti

Ma aldilà dello sforzo bellico che impegna i miliziani, il video è anche una testimonianza della devastazione dei quartieri di Sirte. I palazzi sono completamente distrutti, senza finestre, porte e mobili, totalmente abbandonati dai civili, mentre le strade sono invase da detriti e rottami. Colpita dai raid aerei americani dal primo agosto, bersagliata dalle operazioni sul campo delle forze libiche, razziata dallo Stato Islamico, Sirte è oramai allo stremo. I jihadisti asserragliati in una piccola porzione di 800 metri quadrati all’interno di un quartiere vicino al mare, non vogliono ancora arrendersi. Ma la loro fine è vicina, hanno assicurato le forze libiche. Per oltre un anno sotto il giogo dai seguaci del Califfo che hanno arrestato, crocifisso e decapitato nelle pubbliche piazze centinaia di persone, la città che diede i natali all’ex rais Muammar Gheddafi è passata da un inferno ad un altro.