L’aereo con a bordo Pence va fuori pista. Per il vice-Trump attimi di paura

L’aereo con a bordo il candidato alla vicepresidenza Mike Pence finisce fuori pista all’aeroporto La Guardia di New York. L’incidente è stato causato dal maltempo, che ha reso la pista scivolosa. Fra i 37 passeggeri dell’aereo e gli 11 membri dell’equipaggio nessuno è rimasto ferito, solo molta paura. «Grazie a tutti per esservi preoccupati. Tornerò in campagna domani», ha assicurato Pence. Il candidato alla vice presidenza è stato chiamato telefonicamente da Donald Trump che, dopo essersi accertato che stava bene, si è detto contento che nessuno dei passeggeri fosse ferito.

Al comizio in Ohio il saluto di Trump a Pence

Nel corso di un comizio in Ohio Trump ha fatto riferimento all’incidente. «Ho appena parlato con il nostro futuro vice presidente Pence, sta bene. Sapete che è rimasto coinvolto in un incidente aereo? L’aereo su cui si trovava è finito fuori pista, ma sta bene. Tutti stanno bene», ha affermato Trump. Lieta che nulla di grave sia accaduto anche Hillary Clinton: «Mi fa piacere sentire che Mike Pence, gli agenti del Secret Service e l’equipaggio stanno tutti bene», ha messo in evidenza l’ex segretario di Stato su Twitter. L’incidente è avvenuto dopo un atterraggio brusco, con il pilota che ha frenato bruscamente. Secondo le ricostruzioni di alcuni dei passeggeri, si poteva sentire l’odore di gomma bruciata delle gomme. Pence riferisce invece che del fango è arrivato sui finestrini con l’uscita fuori dalla pista. A causa dell’incidente Pence ha cancellato la sua partecipazione a un’intervista e a una raccolta fondi. L’aeroporto è rimasto chiuso per alcune ore dopo l’uscita di pista a causa della pioggia, che aveva già fatto accumulare ritardi allo scalo. Lo scalo non è nuovo a simili incidenti, il più recente nel marzo del 2015 quando un volo Delta è finito fuori pista in una giornata nevosa.