Ingerenza Ue, cdx all’attacco. Meloni: «Aiutano il loro pupazzo»

Ingerenza Ue nei fatti italiani: non vanno giù al centrodestra le dichiarazioni di Moscovici secondo il quale in Italia c’è un rischio populismo. Non  le manda a dire Giorgia Meloni, che su facebook critica duramente l’intervento del commissario Ue .  “I burocrati della Commissione europea corrono in aiuto del loro pupazzo Matteo Renzi. Il Commissario Ue agli affari economici ha dichiarato, fregandosene di ogni regola democratica, che in Italia c’è una minaccia populista, è per questo che sosteniamo gli sforzi di Renzi”. Dopo queste parole ha aggiunto che la Ue concederà al governo italiano ulteriore flessibilità “per migranti e terremoto” (ma come al solito Renzi utilizzerà questo ulteriore deficit per pagare le sue marchette elettorali). Insomma, questi parassiti della Ue ormai non badano neppure a salvare le apparenze e dichiarano apertamente che le istituzioni europee prendono le loro decisioni per contrastare i “populisti” (come loro chiamano il popolo) e agevolare il governo Renzi Alfano (a loro tanto caro). Quello che questi signori non sanno è che gli italiani sono stanchi dei loro squallidi metodi e il 4 dicembre faranno rimbombare in tutta Europa un clamoroso No”.

“‘In Italia minaccia ‘populista’. Moscovici offende popolo italiano. Democrazia fa paura a certa Ue. C’è da riflettere. Questa Europa non ci piace”. Lo scrive da parte sua  su Twitter Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati.