Incendio in un palazzo, una famiglia si getta dal secondo piano: sette feriti

Sette persone, tra cui alcuni bambini, sono state ricoverate all’ospedale di Rimini dopo essersi gettate dal secondo piano di una palazzina a causa di un incendio. Le fiamme si sono sprigionate in un appartamento vuoto al primo piano dell’edificio e il fumo ha subito invaso pianerottolo e scale. Coinvolta una famiglia albanese: i genitori, quattro figli e uno zio.

Incendio a Rimini, tra i feriti anche un bimbo di tre mesi

La madre 31enne e un figlio di 7 anni sono stati portati al pronto soccorso dell’Infermi con codice rosso. Il marito, 40 anni, due bimbe di 8 e 4 anni e un piccino di appena tre mesi, sono stati giudicati di media gravità, mentre il fratello trentenne dell’uomo ha riportato lesioni lievi. I vicini, nel tentativo di aiutarli, avevano sistemato a terra alcuni materassi e dei teli per attutire la caduta. L’appartamento al primo piano è stato dichiarato inagibile. L’incendio, secondo gli elementi raccolti da vigili del fuoco e carabinieri, potrebbe essere doloso: la porta d’ingresso dell’appartamento del primo piano sarebbe infatti stata forzata. Nell’appartamento vive una ragazza romena che al monento dell’incendio era fuori casa. Ma i carabinieri, che hanno avvisato la magistratura, non escludono alcuna pista visto che a luglio un altro incendio aveva colpito un ristorante cinese aperto al piano terra dello stesso stabile.