“In giro per l’Italia 10 terroristi sbarcati in Sicilia?”. Il Viminale smentisce

«Sul Foglio di oggi si legge un inquietante articolo che rivela lo sbarco di un gruppo di dieci combattenti dello stato islamico, magrebini, tutti con passaporto europeo, otto di nazionalità francese, uno inglese e uno belga, che sono sbarcati sulle coste italiane nei giorni scorsi in mezzo a tutti i clandestini che arrivano nei porti siciliani». Lo afferma Maurizio Gasparri in una nota. «Secondo la circostanziata cronaca del Foglio, i Servizi segreti italiani li avrebbero individuati perché i loro nomi farebbero parte della blacklist dei foreign fighters partiti dall’Europa dove, in mezzo ai clandestini, rientrano. Secondo questo allucinante articolo, sarebbero monitorati per capire dove si stanno dirigendo. Attualmente, in automobile, si troverebbero tra la Toscana e l’Emilia Romagna con l’obiettivo di rientrare in Francia. Che cosa sanno il presidente del Consiglio Renzi, il sottosegretario con delega ai Servizi Minniti, il ministro della Difesa Pinotti e il ministro dell’Interno Alfano di questa vicenda inquietante, che dimostra come i terroristi possano scorrazzare liberamente in Italia? Afferma il falso la cronista del Foglio o siamo governati da irresponsabili? Non è la prima volta che l’Italia si rivela il transito di terroristi fondamentalisti. Anche coloro che colpirono a Parigi scesero e risalirono indisturbati la Penisola. Ci sono accordi per lasciare il terrorismo impunito da parte del nostro governo in cambio del fatto che l’Italia non sia teatro di attentati? Sono stati rinnovati antichi patti, come negli anni ’70, tra governi e terroristi? Siamo di fronte a rivelazioni incredibili. Intanto barconi carichi anche di possibili terroristi continuano a essere trasportanti e fatti sbarcare nel nostro Paese. Renzi, Minniti, Pinotti, Alfano rispondano con immediatezza davanti agli italiani», conclude Gasparri.

Il Dipartimento di Polizia smentisce Il Foglio sulla notizia dei terroristi in Italia

Dopo qualche ora è arrivata una smentita del Viminale alla notizia firmata Cristina Giudici sul Foglio. «È priva di ogni fondamento» la notizia che riferisce dello sbarco sulle coste siciliane di un gruppo di dieci combattenti dello stato islamico, individuato dai servizi segreti italiani che ne monitorerebbero gli spostamenti in auto sulle strade italiane. Lo sostiene il Dipartimento di Pubblica sicurezza.