Guardie e ladri a Barcellona: giovani italiani rapinano una banca in bici

Guardie e ladri in bici nella Ciudad Vellha di Barcellona, protagonisti due giovani italiani e due agenti della polizia regionale catalana. I due giovani sono arrivati in bicicletta all’agenzia del Banco Sabadell in Ronda Sant Pere, in quel momento senza clienti. Sono entrati, hanno gridato «È una rapina», e con un cutter in mano hanno costretto gli impiegati a consegnare loro i liquidi disponibili, 2.600 euro. Sono usciti con la refurtiva, ma davanti alla porta li aspettavano due agenti in bicicletta dei Mossos de Esquadra, la polizia della Catalogna. Dopo una breve colluttazione, sono scattate le manette.

 Guardie e ladri in azione, finisce con l’arresto

Avevano rapinato un’altra agenzia bancaria venerdì, pure a volto scoperto, portando via poco più di cento euro. Le telecamere di sicurezza li avevano ripresi e le loro foto erano state distribuite alle forze di polizia a Barcellona. Parte così la scena da guardie e ladri: due agenti in bicicletta li hanno riconosciuti, e li hanno seguiti senza farsi notare. Li hanno visti rapinare l’agenzia Sabadell. E subito li hanno arrestati. Gli attacchi alle banche, rileva La Vanguardia, per le rigide misure di sicurezza e l’assenza praticamente di contanti sui banchi dei cassieri, sono diventati rarissimi a Barcellona: da mesi non ce n’erano stati. Quella italiana è ora la comunità di stranieri più grande di Barcellona, con oltre 25mila persone.