Gasparri: “Intervenga la magistratura sul patto della Raggi con Casaleggio”

«I 5 Stelle hanno ancora molti consensi, che non meritano, ma affogano nel ridicolo. A Palermo ammettono che le firme che avevano raccolto per presentare le liste sono state viziate da errori procedurali insanabili». Lo dichiara il senatore Maurizio Gasparri. «Ma se qualcuno dice che le firme sono false, – prosegue il senatore di Forza Italia – il vero dramma è che i sindaci sono falsi. Quelli eletti si stanno rivelando largamente al di sotto di qualsiasi soglia di decenza. Intanto tra movimento e Casaleggio, una società privata che illegittimamente ha fatto sottoscrivere patti abusivi a candidati e sindaci, si litiga per presunti quorum di iscritti da raggiungere per modifiche di statuti misteriosi. In realtà questi paladini della legalità e del principio che “uno vale uno” hanno messo in piedi una baracca che, se è ancora forte di consenso per demeriti di tutti i nostri partiti, è priva di qualsiasi condizione di legalità e di trasparenza.

Gasparri: “Dov’è la trasparenza nel Movimento 5 Stelle?”

«È per queste ragioni che mi sono rivolto alla distratta Procura della Repubblica di Roma per denunciare formalmente, insieme ad altri parlamentari ed esponenti capitolini, la illegalità del patto che anche la Raggi e gli altri rappresentanti grillini della Capitale hanno sottoscritto con la Casaleggio Associati. Devolvendo ad una realtà privata l’ultima parola su nomine, spartizioni e lottizzazioni. Prima o poi la gente capirà di fronte a chi ci troviamo».