Foggia, agguato di due killer in un bar: un morto e un ferito grave

Scorre sangue a Foggia. Un giovane di 21 anni è morto ed un altro è rimasto gravemente ferito in una sparatoria avvenuta nel pomeriggio in un bar a Foggia. E la dinamica dell’agguato lascia pochi dubbi: sono stati dei killer ad entrare in azione. Due persone, infatti, poco prima delle 16 sono entrate nel locale, in via San Severo, e hanno sparato diversi colpi di arma da fuoco contro i due giovani che erano dentro. La vittima è Roberto Tizzano, il ferito si chiama Roberto Bruno. Soccorsi, sono stati portati al pronto soccorso degli Ospedali Riuniti di Foggia. Tizzano è morto pochi minuti dopo il ricovero mentre Bruno è in gravi condizioni. Secondo i primi rilievi effettuati dai carabinieri del comando provinciale di Foggia, nell’agguato contro i due giovani sono stati utilizzati un fucile calibro 12 e una pistola. I due killer con i volti coperti sono entrati nel bar ‘H 24‘ di via San Severo sparando più volte contro i due giovani. La vittima, Roberto Tizzano, di 21 anni, era incensurata, mentre il ferito, Roberto Bruno, anch’egli 21enne, ha qualche precedente. Quando si sono accorti dei killer i due hanno tentato invano di ripararsi dietro il bancone del bar. Tizzano è stato raggiunto alle gambe, braccia e torace ed è morto poco dopo il ricovero in ospedale. Bruno, colpito in varie parti del corpo, è attualmente ricoverato in gravissime condizioni. Al momento gli investigatori non si sbilanciano sul movente dell’agguato. A Foggia c’è paura.