Il Financial Times stronca la riforma di Renzi: un ponte verso il nulla

“Un ponte verso il nulla”. Questo il lapidario giudizio del Financial Times sulla riforma istituzionale del governo Renzi che farà poco “per migliorare la qualità del governo, del processo legislativo e della politica italiana”. Una bocciatura subito rilanciata dai Cinquestelle: “Anche il Financial Times sbugiarda Renzi – tuonano i deputati M5S della commissione Affari costituzionali – e smonta, pezzo per pezzo, le sue bugie e quelle della collega Boschi. Noi lo abbiamo sempre sostenuto: questa riforma non serve a nulla se non a far rimanere a galla questo indegno governo, che ha svenduto i principi cardine della Costituzione ai grandi gruppi economici di potere internazionale”.

Roberto Calderoli, Lega Nord, parla di “stroncatura senza appello”: “L’autorevole Financial Times, con un editoriale, demolisce la riforma costituzionale voluta da Renzi, la definisce un salto nel vuoto e la smonta pezzo per pezzo”. L’editoriale del FT, infine,  deride il premier anche sull’utopica sparata del Ponte di Messina. Per Calderoli è la dimostrazione che stanno suonando le campane a martello per la riforma su cui il premier ha scommesso tutto.