“Festa del No” a Milano, Fratelli d’Italia chiama a raccolta tutto il centrodestra

Milano si attrezza più agguerrita che mai alla battaglia per il no al referendum. Tre giorni di dibattiti sul perché votare no alla “schiforma” firmata Renzi-Boschi, ma anche tavole rotonde su altre tematiche come l’immigrazione e la pressione fiscale, nazionale e locale. Fratelli d’Italia chiama tutto il centrodestra a raccolta, a Milano, per quella che è stata ribattezzata la “Festa del no”, ma anche “comitato Renziexit” (piazza Liberty, 14,15, 16 ottobre).

Fratelli d’Italia: kermesse aperta a tutti

La kermesse è stata presentata da Ignazio La Russa in una conferenza stampa alla Camera, promossa da Fratelli d’Italia, ma come ci tiene a precisare lo stesso ex ministro, «abbraccia tutto il centrodestra». Ad aprire i lavori venerdì, così come a chiuderli domenica è proprio La Russa che nell’illustrare il programma della tre giorni si sofferma sulla “maratona del no” a cui prenderanno parte esponenti di Forza Italia e della Lega (Roberto Maroni, Giovanni Toti, i capigruppo dei tre partiti del centrodestra), ma anche diversi “ex” a sostegno del no come Gaetano Quagliariello e Raffaele Fitto. A chiudere il pomeriggio sarà la leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni. Nell’elenco degli invitati spicca l’assenza di Stefano Parisi: «Lo abbiamo invitato – spiega La Russa – lui è un consigliere comunale di Milano ed avrebbe come gli altri consiglieri portato il suo contributo. Nello stesso giorno però è impegnato ad Enna con il suo tour. Contento lui contenti tutti..».