Ferrara, Rampelli: «Chi esprime giudizi contro gli italiani dovrebbe dimettersi»

Ciò che sta accadendo contro i cittadini di Gorino, nel Ferrarese, tacciati di “non essere italiani”, come dice espressamente il ministro dell’Interno Alfano, sta rasentando la follia. Mette in chiaro la vicenda che sta occupando le cronache da 24 ore Fabio Rampelli, capogruppo alla Camera di Fratelli d’Italia: «Quanto accaduto a Ferrara è l’ennesimo segnale di insofferenza nei confronti delle politiche di accoglienza e di immigrazione del governo Renzi». Insoggerenza ed esasperazione.

Rampelli: «Sanzionare i prefetti che si esprimono contro gli italiani»

«Ci sono due questioni dirimenti che non sono più sopportabili», spiega Rampelli.  «Riconoscere agli italiani, anche quelli indigenti, aiuti e diritti in misura minore rispetto ai cittadini stranieri; continuare a non fissare un tetto massimo né di immigrati ospitati né di risorse impegnate da parte dello Stato». Questo combinato disposto crea il caos sociale, crea difficoltà di convivenza, incertezza. Ma c’è di peggio, la demonizzazione degli italiani. Lo sottolinea Rampelli. «A maggior ragione in questa cornice i prefetti che esprimono giudizi politici contro la popolazione vanno redarguiti e sanzionati, perché il loro ruolo dovrebbe indurli a tacere. Morcone poi è complice di questo caos, del circuito d’immigrazione selvaggia e degli interessi mostruosi che gli orbitano intorno. Le sue affermazioni gravissime dovrebbero indurlo a dimettersi subito»