Elezioni in Friuli: bene i candidati del centrodestra, la Lega secondo partito

Vanno al ballottaggio del 6 novembre prossimo i due Comuni più grossi del Friuli Venezia Giulia dei quattro chiamati al rinnovo autunnale delle proprie amministrazioni locali. Sia Monfalcone (Gorizia) che Codroipo (Udine) non hanno visto candidati sindaco superare il 50% delle preferenze per essere eletti al primo turno. Nella città dei cantieri, però, la sindaca uscente, Silvia Altran (centrosinistra), deve rincorrere la sfidante di centrodestra, Anna Maria Cisint, che ha sfiorato il colpaccio al primo turno, arrivando al 49,6% delle preferenze, con oltre 5.200 voti. La prima cittadina uscente è molto indietro, con il 34%. Anche il primo cittadino uscente di Codroipo, Fabio Marchetti, del centrodestra, non è riuscito a farsi rieleggere al primo turno; con il 47,5% dei voti tuttavia è in vantaggio con lo sfidante di centrosinistra, Alberto Soramel, sotto di circa 10 punti percentuali pari a circa 800 voti. Altre due amministrazioni sotto i 15 mila abitanti hanno invece eletto il proprio sindaco: si tratta di Ronchi dei Legionari (Gorizia), dove è stato eletto Livio Vecchiet, a capo di una lista civica di centrodestra, e Nimis (Udine), dove Gloria Bressani ha battuto il sindaco uscente, Walter Tosolini.

“Complimenti ai candidati Anna Cisint e Fabio Marchetti – ha commentato Matteo Salvini –  che hanno ottenuto il 49.5 e il 47.4% a Monfalcone e Codroipo, con la Lega cresciuta al 14.5 e al 13.5%, secondo partito in entrambi i Comuni! Ci rivediamo per i ballottaggi il 6 novembre, per vincere”.