«È crollata»: la Basilica di Norcia vista dal drone dei Vigili del fuoco (video)

Norcia, il video aereo dei Vigili del Fuoco. Le immagini dopo la scossa di magnitudo 6.5 in Umbria, epicentro tra Norcia, Preci e Castel Sant’Angelo sul Nera. Il terremoto è stato a 10 chilometri di profondità.  Continuano ad esserci problemi di viabilità dappertutto, a cominciare dalla Salaria chiusa, ha spiegato il capo della Protezione civile Curcio. La parte alta della frazione di Castelluccio di Norcia è stata praticamente rasa al suolo dal forte terremoto. La ricognizione aerea su Amatrice è stata effettuata con l’ausilio di droni dai Vigili del Fuoco.

La disperazione per quel che è accaduto a Norcia

«Da Norcia sono partiti sei-sette autobus per trasferire gli sfollati verso gli alberghi del lago Trasimeno»,  ha detto il capo della Protezione civile Fabrizio Curcio al termine di un vertice con il commissario governativo per la ricostruzione Vasco Errani e la presidente della Regione Umbria Catiuscia Marini. «Altri autobus – ha spiegato Curcio – sono in procinto di partire. Abbiamo che questa è una primissima risposta per avere un quadro generale della situazione».

E nei comuni più colpiti…

«È crollato tutto, vedo colonne di fumo, è un disastro, un vero disastro», ha detto subito il sindaco di Ussita, uno dei comuni più colpiti dal sisma del 26 ottobre, Marco Rinaldi, dopo l’ultima forte scossa. «Dormivo in auto, ho visto l’inferno..». «È venuto tutto giù, ormai non ci stanno più i paesi», le parole del sindaco di Arquata del Tronto Aleandro Petrucci. «Per fortuna che erano zone rosse – ha aggiunto – La poca gente che è rimasta è scesa in strada, si sta abbracciando. Adesso stiamo andando in giro per le frazioni per vedere quello che è successo».