Bimbo si amputa una mano nello scuolabus: il reimpianto è riuscito

E’ tecnicamente riuscito l’intervento di reimpianto della mano destra a cui è stato sottoposto il bimbo di 7 anni che  se l’è tranciata mentre tornava a casa con lo scuolabus in provincia di Cuneo. L’intervento è stato effettuato all’ospedale infantile Regina Margherita di Torino, ed è durato oltre nove ore, dal chirurgo della mano del Cto Bruno Battiston. Il piccolo paziente è ora ricoverato nel reparto di Terapia intensiva diretto da Giorgio Ivani. Lo scuolabus era ripartito dopo una fermata nei pressi di borgata Tetti Mattuda.

Stava salutando un compagno con la mano

Il bambino avrebbe messo il braccio fuori dal finestrino, forse per salutare un compagno, e la mano sarebbe rimasta stretta tra un muro e lo stesso scuolabus. L’amputazione all’altezza del polso è avvenuta per schiacciamento. A dare l’allarme e a fornire i primi soccorsi al piccolo studente sempre rimasto cosciente, è stato l’autista dello scuolabus. Il bimbo è stato trasferito a Torino con l’elisoccorso e subito preparato per la camera operatoria. Nel corso del delicato intervento è stato quindi necessario ricostruire tutta la mano, dalle ossa ai tendini, e rivascolarizzarla. Sono anche stati utilizzati dei lembi di pelle, prelevati da altre zone del corpo del bambino.