Badante uccisa a coltellate, dopo sei anni arrestato in Francia l’assassino

Arrestato in Francia il cingalese che uccise una badante. Veniraj Mariyathas, 35 anni, di nazionalità cingalese, condannato in contumacia all’ergastolo per l’omicidio della connazionale Ramar Wijayaluchchumy, è stato arrestato dalla polizia francese a Garges Les Gonesses, comune francese situato nel dipartimento nella regione dell’Île-de-France. Il delitto avvenne nella serata del 16 aprile 2010 a Lamporecchio. La vittima, che lavorava come badante di una coppia di anziani, aveva 36 anni.

La badante era stata travolta dalla furia omicida del cingalese

Mariyathas era latitante dalla sera dell’omicidio della badante, quando, secondo la ricostruzione dei fatti, probabilmente accecato dalla gelosia per essere stato respinto dalla sua connazionale, con la quale aveva intrecciato una relazione amorosa ormai conclusa, aveva suonato alla porta dell’abitazione degli anziani coniugi dove Ramar era stata assunta e ospitata. Era stata proprio la badante ad aprire il portoncino di ingresso e a essere immediatamente travolta dalla furia omicida di Mariyathas che la uccise con numerose coltellate.

Cingalese arrestato, avviate le procedure di estradizione

Mariyathas, probabilmente aiutato da un familiare, si era quindi dato alla fuga facendo perdere le sue tracce. Le indagini dei militari della Compagnia di Montecatini terme e del Nucleo investigativo di Pistoia, hanno ricostruito i movimenti dell’omicida che a bordo della propria Fiat Punto era scappato subito verso il nord Italia, viaggiando tutta la notte per eludere le ricerche nel tentativo di passare la frontiera. L’auto con la quale era fuggito era stata ritrovata una decina di giorni dopo a Berna. La vicenda processuale a carico dell’uomo si era conclusa nell’ottobre 2013 con una condanna all’ergastolo per l’omicidio della badante. Giovedì scorso l’arresto in Francia e l’avvio delle procedure di estradizione.