Azione Nazionale e La Destra: cento manifestazioni per il No al referendum

Cento manifestazioni per il No al referendum costituzionale sono state indette in tutta Italia nel corso della riunione fra le delegazioni ufficiali de La Destra e di Azione Nazionale. Per Azione Nazionale sono intervenuti il portavoce Fausto Orsomarso, i promotori Gianni Alemanno, Mario Ciampi, Giorgio Ciardi e Giuseppe Scopelliti, per la Destra hanno partecipato il Segretario nazionale Francesco Storace, il Responsabile nazionale dell’organizzazione Roberto Buonasorte e il responsabile dell’amministrazione Livio Proietti. Le due formazioni politiche si sono poste l’obiettivo di una più ampia unità delle forze che si richiamano in nome della dignità e dell’autonomia ai valori della destra italiana e puntano a impegnare il centrodestra a disputare una partita politica inclusiva: per battere la sinistra e i grillini è necessaria un’ampia coalizione che, da una parte, interrompa quegli atteggiamenti autoreferenziali che allontanano i cittadini e, dall’altra, sia capace di esprimere contenuti unitari su nuovi valori fondativi a partire dal tema della sovranità nazionale come unica alternativa di governo. È fondamentale recuperare milioni di voti persi negli anni, e finiti in gran parte al Movimento 5Stelle e nell’astensionismo. Per farlo, è necessario ricominciare coinvolgendo nuovamente tutti quei soggetti politici che si sono allontanati con la diaspora infinita che ha caratterizzato gli ultimi anni della coalizione. La Destra e Azione Nazionale entro la prossima primavera, interrogheranno con i loro Congressi i rispettivi iscritti sulla proposta di un progetto Costituente per una destra unita, libera e autonoma.