Aids, paziente guarito con una nuova cura. Ma è ancora sperimentale

Il virus Hiv è sparito dal suo sangue e ora la speranza è che il paziente, un uomo di 44 anni, possa essere la prima persona al mondo guarita completamente dall’Aids. La certezza si potrà avere solo fra qualche anno, ma il risultato è comunque considerato di grandissima importanza.

Contro l’Aids un protocollo sperimentale

Il paziente, secondo quanto riportano molti media tra cui il Guardian, è stato il primo a completare la sperimentazione di un nuovo protocollo messo a punto da diversi istituti britannici, e al momento il virus sembra sparito dal suo sangue. La ricerca, condotta su 50 persone, combina l’uso delle terapie antiretrovirali standard con un farmaco che riattiva il virus Hiv “dormiente” nel sangue, insieme a un vaccino che induce il sistema immunitario a distruggere le cellule infette.

Verso una «cura definitiva per l’Hiv»

Nella prima persona che ha completato la cura il virus non è più rilevabile nel sangue, anche se il risultato definitivo del test non arriverà prima di cinque ani. «Questo – spiega Mark Samuels, dirigente dell’Nhs inglese che sta finanziando il test – è uno dei primi tentativi seri di trovare una cura definitiva per l’Hiv. È una sfida enorme, ed è ancora all’inizio, ma il progresso è notevole».