Agenti aggrediti da immigrati africani in un’operazione antidroga: 2 feriti

Due agenti aggrediti e feriti e il sequestro di ingenti quantitativi di droga: è questo il bilancio di un’operazione antidrogra condotta da una pattuglia della Polziia di Stato in servizio in zona Casilina, a Roma. La storia è molto semplice: uno spacciatore è in fuga e si ritrova gli agenti col fiato sul collo. Così, nel tentativo di seminarli, se li porta dietro fino a una villa divenuta per tutto il tempo dell’operazione di polizia una fortezza per le 13 persone di origine africane clandestine che la abitavano e una trappola per i due poliziotti in servzio, accerchiati prima, aggrediti poi. E infatti gli immigrati e lo stesso spacciatore in fuga non si sono fatti trovare impreparati nell’affrontare gli agenti sulle loro tracce: e per essere corazzati e pronti all’evenienza, lo erano davvero. Basterà pensare , allora, che agli immigrati clandestini di origine africana e allo stesso spacciatore – fuggito al primo controllo e trovato in possesso di dosi di droga e di 1.000 euro in contanti – poi arrestato, sono stati sequestrati 320 grammi di marijuana, 300 di hashish e 30 di eroina rinvenuti in una stanza dell’abitazione. Non solo: in un altro locale della villa sono stati trovati persino una katana e due grossi coltelli.

Agenti aggrediti da immigrati africani

Cosa che non deve aver sorpreso più di tanto gli agenti di una pattuglia della Polizia di Stato, accerchiati e aggrediti giovedì pomeriggio a Lunghezza al termine di un’operazione antidroga che si è conclusa con l’arresto di sei persone e con l’ingente sequestro di armi e di sostanze stupefacenti. Nella circostanza i due poliziotti del commissariato Casilino, durante il consueto controllo del territorio, hanno notato un persona a loro nota in quanto in passato già fermata per spaccio. L’uomo alla loro vista è fuggito, percorrendo a piedi un sentiero sterrato cercando di far perdere le proprie tracce; inseguito, è stato visto scavalcare il muro di cinta di una villa. Qui i due agenti si sono trovati di fronte un gruppo di stranieri che li hanno prima accerchiati, e poi aggrediti, colpendoli con una mazza ed una roncola.

Feriti due agenti nel corso dell’operazione antidroga

I due poliziotti lievemente feriti e date le oggettive difficoltà, hanno chiesto ausilio alla sala Operativa delle Questura. In breve sono giunte sul posto diverse volanti che hanno provveduto a fermare le persone presenti coinvolte nell’aggressione. Tra gli altri fin qui menzionati, allora, va detto che è stata identificata sul posto e arrestata anche una donna di 46 anni di origine macedone, responsabile della “gestione” della villa che, chissà per quanto, e fino a ieri, ha fatto da base operativa delle attività illecite di un nutrito gruppo di immigrati clandestini.