Voci di vendita, Twitter vola in Borsa. Giù Facebook: “Pubblicità gonfiate”

Twitter vicino alla vendita. Lo riporta la Cnbc citando alcune fonti, secondo le quali il Social Network di Jack Dorsey è in trattative con potenziali acquirenti, fra i quali Saleforce e Google. Un accordo potrebbe essere raggiunto entro la fine dell’anno. La notizia ha fatto volare il Social network nelle contrattazioni. I titoli Twitter sono infatti saliti del 16%.

Twitter vola, Facebook nel mirino

Per un Social network che sale ce n’è un altro nella bufera. Gli inserzionisti del colosso Usa Facebook sono infatti furibondi con l’azienda perché il Social network di Mark Zuckerberg per due anni ha largamente sovrastimato i tempi di visione dei video pubblicitari trasmessi sulla sua piattaforma. Nelle scorse settimane Facebook, con un post sull’Adviser Help Center, un servizio dedicato agli inserzionisti, aveva parlato di un errore di calcolo che faceva lievitare in modo artificiale il tempo trascorso dagli utenti sui video pubblicitari, informandoli di aver corretto l’errore tecnico. Tuttavia gli inserzionisti hanno chiesto di saperne di più.  L’agenzia pubblicitaria Publics Media, che nel 2015 ha comprato pubblicità su Facebook per 77 milioni di dollari, ha calcolato, in una lettera ai suoi clienti pubblicata dal Wall Street Journal, che i conteggi di Facebook sovrastimavano i tempi di visione tra il 60% e l’80%. La rivelazione è particolarmente imbarazzante per Facebook, che ha visto i suoi utili lievitare negli ultimi anni proprio grazie all’incremento dei tempi di visione della pubblicità. Immediata la ricaduta in Borsa: i titoli Facebook perdono l’1,73%.