Violentata una vedova di 90 anni malata di cancro: è terrore in India

FacebookPrintCondividi

Nell’ennesimo episodio di stupro in India, definito «sconvolgente» dai giornali locali, una vedova di 90 anni malata di cancro è stata violentata giorni fa a Kollam, nello Stato meridionale indiano di Kerala, da uno sconosciuto armato di coltello.

Le fasi dell’aggressione alla vedova di 90 anni

A riferire per prima la notizia è stata l’agenzia di stampa Ians. L’aggressione risale a cinque giorni fa, ma è venuta alla luce solo in queste ore. La vittima ha dichiarato alla stampa che «si è trattato di una azione commessa da qualcuno che conosceva bene come è fatta la mia casa». Il racconto è particolareggiato. «È entrato dalla porta posteriore – ha infatti detto la vedova di 90 anni – e questo lo può fare solo chi conosce bene la disposizione della mia residenza. L’ho scongiurato di non farmi del male – ha poi aggiunto – ma non mi ha ascoltato. Chiedo alla polizia di arrestare il colpevole». Al riguardo la sovrintendente della polizia rurale di Kollam, Ajitha Begum, ha detto ai tv e giornali che «dopo aver raccolto le dichiarazioni della vittima à stata registrata una denuncia contro ignoti». Le indagini proseguono con l’interrogatorio dei famigliari e delle persone che hanno incontrato la vedova di 90 anni dopo l’incidente.