Turchia, 32mila arresti per il golpe. L’11 ottobre Putin ad Ankara

Sono circa 32mila le persone arrestate in Turchia per legami con la presunta rete golpista di Fethullah Gulen. Lo ha riferito il ministro della Giustizia, Bekir Bozdag, in un’intervista alla tv Ntv, aggiungendo che le persone sotto inchiesta sono complessivamente circa 70 ila e che «potrebbero esserci altri arresti». Per il futuro maxi-processo sul golpe in Turchia, che avrebbe dovuto defenestrare Eerdogan – ha aggiunto il ministro Bozdag – «sono in corso i lavori per la costruzione di un’aula di tribunale in grado di ospitare migliaia di imputati nel distretto di Sincan della capitale Ankara, mentre a Istanbul esistono già le strutture eventualmente necessarie».

Putin in visita in Turchia l’11 ottobre

Il presidente russo Vladimir Putin sarà in visita in Turchia il prossimo 11 ottobre, per la sua prima visita nel Paese a quasi un anno dalla crisi scatenata dall’abbattimento del jet di Mosca al confine con la Siria. Lo sostiene la tv turca Kanal 24. In precedenza, il portavoce del Cremlino, Dmitri Peskov, aveva detto che «quando tutti i preparativi saranno completati saràfatto un annuncio sulla data di una possibile visita». Il 9 agosto scorso, il presidente turco Recep Tayyip Erdogan aveva già incontrato Putin in Russia, a San Pietroburgo. I due leader si sono poi rivisti al G20 cinese di inizio settembre.