Roma, arrestato il commissario di Farmacap. Lo aveva nominato Marino

FacebookPrintCondividi

Appalto truccato per l’asilo nido di Infernetto a Roma: arrestati il commissario straordinario di Farmacap e un imprenditore. Sono accusati di turbativa d’asta e falso nella procedura di affidamento gestionale di strutture e servizi pubblici appartenenti ad una azienda comunale di Roma. Per questo, su ordine della procura di Roma, i carabinieri del Nas hanno eseguito una ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari e una misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

Arrestato il commissario di Farmacap per turbativa d’asta

Ai domiciliari è finito Francesco Alvaro, commissario straordinario di Farmacap, l’azienda partecipata al cento per cento con il Campidoglio, che gestisce 47 farmacie comunali. Alvaro era stato nominato commissario di Farmacap durante l’amministrazione Marino. Obbligo di firma invece per l’imprenditore Giusepppe Giordano della Dragona Servizi. Secondo l’indagine la Farmacap avrebbe favorito, abbassando a 36mila euro l’anno per sei anni, il valore dell’appalto dell’asilo nido comunale di via Marco Enrico Bossi, all’Infernetto, proprio per favorire Giordano e la sua azienda. L’indagine era nata in seguito a un esposto di un dirigente della stessa Farmacap che, si legge nell’ordinanza, «lamentava gli atteggiamenti vessatori posti in essere dal commissario straordinario» e da un esposto dell’attuale sindaca di Roma Virginia Raggi che in qualità di consigliere comunale denunciava una serie di irregolarità.