Un altro ricatto hard sul web: stavolta la vittima è un ragazzo di 17 anni

FacebookPrintCondividi

Un’altra vittima di un ricatto hard, di immagini che finiscono sul web, di ritorsioni. Stavolta è toccato a un diciassettenne, come viene riportato dal Messaggero. La richiesta: «Amore mio, voglio vederti nudo». E lui, nella sua ingenuità di adolescente, le manda una foto e poi è costretto a pentirsene amaramente. È successo all’Aquila.

Ecco com’è avvenuto il ricatto hard

I due si erano conosciuti su un social network poche settimane fa, ma l’amicizia virtuale tra il minorenne abruzzese e una ragazza poco più grande di lui si è presto trasformata in un incubo. Il ricatto hard avviene quando la ragazza ha scritto: «O mi mandi 200 euro, oppure mando in giro le tue fotografie». A quel punto il ragazzo si è rivolto alla polizia che ora sta cercando di identificare l’autrice del ricatto hard. La donna, con accento meridionale, ha contatto il minore sulla chat di Messenger. Poi dopo un breve periodo di conoscenza e dopo essere in confidenza con il ragazzo, lo ha invitato a mandarle delle fotografie di nudo. Pensando che la relazione “virtuale” potesse trasformrsi in un qualcosa di più concreto, il minore ha accettato, non immaginando di quello che di lì a poco sarebbe caduto nella trappola del ricatto hard. Infatti – scrive ancora il Messaggero – nel giro di poche ore, la giovane non ha esitato a inviare la richiesta estorsiva, con tanto di numero di carte ricaricabile postale, intestata a un cittadino straniero. Gli investigatori hanno anche scoperto come la giovane ricattatrice si trovasse in una postazione pubblica che utilizzava un server straniero. Per evitare altri problemi il minore ha deciso di chiudere il proprio account (accesso) sulla chat.