Pamela Anderson, l’ex coniglietta di Playboy contro il porno: è polemica

FacebookPrintCondividi

Pamela Anderson, l’ex coniglietta di Playboy, si schiera contro la pornografia. E subito scoppia la polemica sui social. In un editoriale sul Wall Street Journal cofirmato con il rabbino Shmuley Boteach, Pamela Anderson mette in evidenza gli ”effetti corrosivi” della pornografia e invita a un ”cambio epocale”, a una ”rivoluzione sensuale” contro il porno. ”Dobbiamo educare i nostri figli a capire che il porno è per perdenti” afferma Pamela. ”La richiesta di Pamela Anderson di non guardare i porno è ridicola”: è uno dei commenti. La crociata di Pamela è il ”moralismo datato di una ex icona del sesso” affermano un altro utente della rete. Ma c’è chi difende l’iniziativa. ”Abbiamo bisogno di sentire di più  su questo tema da parte di leader religiosi e di star del mondo dell’intrattenimento” plaude il Catholic Herald, precisando che se un numero maggiore di leader religiosi e di star dell’intrattenimento interviene sul tema il governo potrebbe essere spinto ad agire. Pamela non si lascia influenzare dalle critiche e sul proprio sito ribadisce che sul porno va fatto qualcosa ”immediatamente, mi impegno a proteggere gli schiavi dell’industria del sesso”.