Non solo Italicum: ecco le alternative alla legge che piace al Pd

FacebookPrintCondividi

Non si è ancora mai votato con l’Italicum, anche perché la nuova legge elettorale è diventata applicabile soltanto lo scorso primo luglio. Ma in Parlamento già fioccano le idee per modificarlo. E c’è anche chi propone di ripartire da zero e scrivere un nuovo sistema elettorale, come la minoranza Pd che ha lanciato l’idea di un Mattarellum 2.0.

Dall’Italicum al sistema greco: tutte le leggi sul tavolo

Ecco le proposte di legge in campo:

ITALICUM - È la legge elettorale, valida solo per la Camera, del governo Renzi: un sistema proporzionale con sbarramento al 3% e assegnazione di un premio di maggioranza (340 seggi su 630) alla lista che supera il 40%. Se nessuno lo raggiunge, si svolge un secondo turno tra i due partiti più votati, che assegna il premio. Nei 100 collegi in cui si vota il capolista è bloccato – cioè eletto automaticamente se il partito si aggiudica il seggio – mentre per gli altri candidati valgono le preferenze.

MATTARELLUM 2.0 - La minoranza Pd propone l’elezione di 475 deputati in collegi uninominali a turno unico (piu’ 12 eletti all’estero con sistema proporzionale). Gli altri 143 seggi vengono così assegnati: 90 seggi vengono assegnati come “premio di governabilità” alla prima lista o coalizione, con un limite totale massimo, però, di 350 deputati; 30 vanno alla seconda lista o coalizione; 23 vengono divisi tra i partiti che superano il 2% e hanno meno di 20 eletti.

SISTEMA GRECO - I Giovani turchi, guidati dal presidente Pd Matteo Orfini, propongono un sistema sul modello greco, ovvero con turno unico e premio di maggioranza al primo partito. In Grecia il premio è al 15% (50 deputati su 350).

PREMIO ALLA COALIZIONE - I piccoli partiti – Ncd su tutti – ma anche un pezzo di Forza Italia e i franceschiniani del Pd chiedono di assegnare non alla lista ma alla coalizione il premio di maggioranza previsto dall’Italicum.

DEMOCRATELLUM - I Cinque stelle hanno una proposta di legge proporzionale, con collegi intermedi, soglie di sbarramento e preferenze, sia positive che negative.

ALTRE PROPOSTE - Agli atti della Camera ci sono già alcune proposte di legge per cambiare l’Italicum. Il deputato Pd Giuseppe Lauricella cancella il ballottaggio, di modo che solo se un partito supera da solo il 40% prende il premio di maggioranza, altrimenti il sistema è un proporzionale puro. Il presidente del Misto Pino Pisicchio propone il premio alla coalizione e che il ballottaggio sia valido solo se va a votare il 50% degli elettori, altrimenti il riparto è proporzionale.