Nicotera, le nozze in elicottero inguaiano il sindaco: sei gli indagati

Hanno portato all’iscrizione di sei persone nel registro degli indagati (si va dall’abuso d’ufficio all’interruzione di servizio di pubblica necessità) le scene da un matrimonio culminato nell’atterraggio di un elicottero nel pieno centro di Nicotera, centro calabrese della provincia di Vibo Valentia. Era il 15 settembre scorso e a bordo del velivolo si trovavano Antonio Gallone e la consorte Aurora, freschi freschi di benedizione nuziale. Nessuno dimentica il proprio matrimonio, Antonio e Aurora hanno sicuramente un motivo in più per non farlo, visto che quel preludio di viaggio di nozze in elicottero volo ha scatenato una bufera giudiziaria che coinvolge il sindaco di Nicotera, Franco Pagano, il capo dell’Ufficio tecnico, Carmelo Ciampa, il capo della Polizia Municipale, Gregorio Milidoni (ai tre pubblici ufficiali  il pm Michele Sirgiovanni contesta una condotta finalizzata alla violazione del codice della navigazione), e dello stesso sposo, in quanto beneficiario. Coinvolti anche Salvatore Delfino, 37 anni, titolare di un’attività di noleggio auto, e Enrico Abagnale, di 54 anni, l’elicotterista, lo stesso che lanciò petali profumati al funerale di Vittorio Casamonica, il patriarca della comunità sinti di Roma.

L’elicottero fu fatto atterrare su suolo comunale

In particolare il sindaco Pagano, si legge nel decreto di perquisizione con cui è stato notificato anche l’avviso di garanzia, «astenendosi in presenza di un interesse in qualità di invitato al matrimonio, avrebbe autorizzato, il 13 settembre, un’elisuperficie occasionale nel campo sportivo di proprietà del Comune di Nicotera per l’atterraggio del velivolo». Allo stesso Gallone, assieme a Salvatore Delfino e a Enrico Abagnale, la procura contesta l’interruzione di servizio pubblico avendo transennato la zona della piazza ed essendosi prodigati a non far «camminare cittadini e astanti» allo scopo di far atterrare l’elicottero della società Robortech a bordo del quale erano sia Delfino che Gallone mentre Abagnale, a terra, coordinava e sovrintendeva all’atterraggio. Contestualmente i carabinieri hanno acquisito documentazione utile all’indagine a seguito della perquisizione personale e domiciliare a carico del sindaco Pagano, dei dirigenti Ciampa e Milidoni, nonché di Gallone e Delfino.

Gli inquirenti intravedono l’ombra delle cosche

Non è escluso che l’apertura dell’inchiesta giudiziaria potrebbe avere ripercussioni amministrative e portare allo scioglimento per mafia del Comune di Nicotera se dovessero trovare conferma i sospetti degli inquirenti circa la presenza di un input della cosca locale dietro la decisione di concedere il suolo comunale ad un elicottero noleggiato per lo svolgimento di una festa privata.