È morta la ragazza del bacio di Times Square: la sua foto segnò la fine della guerra

FacebookPrintCondividi

E’ morta a 92 anni Greta Friedman, l’infermeria protagonista della foto del bacio appassionato con un marinaio in mezzo alla folla di Times Square, divenuta l’icona della fine della Seconda Guerra Mondiale. Lo ha riferito il sito dell’emittente americana CBS, citando il figlio Joshua Friedman. La foto scattata da Alfred Eisenstaedt e pubblicata sulla rivista Life, è diventata subito l’icona della gioia di un Paese intero uscito finalmente fuori dall’incubo del conflitto.
La rivista non ha mai verificato l’identità reale dei due protagonisti della celebre immagine, in cui del resto, nella foga del bacio, i visi appaiono parzialmente coperti. Così che in tanti, nel corso degli anni, hanno detto di essere loro i veri protagonisti immortalati dal bacio tra i più famosi della fotografia mondiale. Tanto che ne nacque un caso con una serie di ricorsi da parte di decine di pretendenti.

Il bacio di Times Square è entrato nella storia

L’identità sui protagonisti del bacio fu svelata solo nel 2007, allorché una nota specialista di arte forense, Lois Gibson, stabilì con certezza che il marinaio era un certo Glenn McDiffie, uno dei tanti ex marinai che avevano giurato di riconoscersi in quello scatto. Questa la sua versione sulla foto scattata il 14 agosto del 1945: «Mi trovavo a New York. Stavo scendendo da una metro a un’altra, quando ho saputo della resa del Giappone. Ero cosi’ felice che uscii dalla stazione in cui mi trovavo e corsi per strada. Li’ – prosegue l’ex marinaio – vidi una infermiera. I nostri sguardi s’incrociarono felici. Lei mi fece un grandissimo sorriso e mi lanciai subito per abbracciarla e baciarla, senza dire una parola. Poi presi la metro e tornai a Brooklyn». I due non si rivedero mai più. A quel bacio, l’amministrazione di New York ha anche dedicato una statua, esposta per una settimana a Times Square nell’agosto 2005, per celebrare i 60 anni dalla fine della guerra. Il marinaio Glenn è morto due anni prima di Greta, un infarto se l’è portato via a 86 anni. Ma il loro bacio resterà nella storia come simbolo di speranza, un po’ folle e un po’ ingenuo. Come se un bacio appassionato tra due sconosciuti potesse fermare perfino una guerra.