Attacco degli hackers, a rischio milioni di mail personali su Yahoo!

Milioni di mail e di account privati, in tutto il ondo, sono a rischio di essere violati o sono stati già forzati a causa di un attacco di hacker a Yahoo!. La società si appresta a confermare un imponente cyberattacco che ha esposto le informazioni di alcune centinaia di milioni di persone al rischio di essere carpute. Lo riporta il sito Recode citando alcune fonti, secondo le quali la violazione è stata ampia e seria. Yahoo! dovrebbe annunciare l’attacco nei prossimi giorni. Doopo le indiscrezioni, le azioni in Borsa della società americana sono in netto calo. Le volazioni potrebbero mettere a rischio la cessione di Yahoo! a Verizon, quasi ultimata. Con un manovra da 4,8 miliardi di dollari l’operatore statunitense sta portando dentro il suo gruppo la leggendaria realtà che ha scritto la storia del web. Da anni  Yahoo! soffriva un periodo di crisi che negli ultimi tempi si è fortemente ripercosso sia sui servizi agli utenti che sull’organizzazione interna dell’azienda. L’accordo con Verizone è soggetto all’approvazione delle autorità di regolamentazione e degli azionisti di Yahoo! e sarà chiuso, secondo le previsioni, nel primo trimestre 2017. Fino alla chiusura “Yahoo! continuerà a operare in modo indipendente, offrendo e migliorando prodotti e servizi per gli utenti, gli inserzionisti, gli sviluppatori e i partner”. L’accordo include gli asset internet core – che confluiranno nella controllata di Verizon, Aol – e alcuni asset immobiliari. Intanto, come consiglio a tutti gli utenti Yahoo!, conviene cambiare la password del vostro account.

L’attacco hacker a Yahoo! sarebbe trapelato per la prima volta nei mesi scorsi quando l’hacker chiamato “Peace” avrebbe annunciato la vendita dei dati di 200 milioni di utenti yahoo! per 1.800 dollari. I dati includono il nome degli utenti, le password e le informazioni personali come la data di nascita e altri indirizzi email. Yahoo! allora aveva si era detto consapevole dell’annuncio e che avrebbe indagato. Ma Yahoo! non ha mai chiesto agli utenti di cambiare la password. La conferma dell’attacco hacker sarebbe un nuovo colpo per l’amministratore delegato Marissa Mayer, che non è riuscita a rilanciare Yahoo!.