A Milazzo la giunta Pd dice no all’aula intitolata a Falcone e Borsellino

FacebookPrintCondividi

Il consiglio comunale di Milazzo dice no all’intitolazione dell’aula consiliare ai magistrati Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. Nella seduta di ieri sera, la maggioranza d’aula che sostiene il sindaco Pd, Giovanni Formica, ha infatti bocciato la mozione avanzata dai consiglieri di opposizione dell’Udc ed appoggiata dai rappresentanti della minoranza consiliare che chiedeva, appunto, l’intitolazione dell’aula alla memoria dei due giudici assassinati dalla mafia. Una parte dei consiglieri del Pd ha richiesto in apertura di seduta di ritirare la mozione. Perché hanno sostenuto che «l’aula doveva dimostrare di volare alto sulla questione mafia ed antimafia. E che ci sono altri posti da potere intitolare ai due magistrati». Alcuni consiglieri della maggioranza hanno accusato l’Udc di essere “demagogico e strumentale” e per questo hanno annunciato il voto contrario.

A Milazzo bocciata la mozione dei consiglieri di centrodestra

Un rifiuto ribadito da altri consiglieri vicini all’amministrazione che, «ricordando l’impegno della sinistra militante nella lotta alla mafia». L’Udc e le varie rappresentanze di Forza Italia, Milazzo futura, Fai partire il cambiamento e Città Futura sono comunque rimasti fermi sulla necessità dell’intitolazione. «Nessuna strumentalizzazione – è stato ribadito dai consiglieri di opposizione -, ma un modo concreto di dare giusto risultato ai nomi di Falcone e Borsellino, dove si dovrebbe dare esempio di correttezza, moralità e spirito di sacrificio». Alla fine delle dichiarazioni il voto finale: nove contrari, tre astenuti e 6 favorevoli.