Meloni a Elkann: “Ha sede olandese, Fca tolga il marchio made in Italy”

FacebookPrintCondividi

John Elkann, incurante del ridicolo, ha affermato che la sede in Olanda della Exor (la holding di famiglia attraverso la quale gli Agnelli controllano il gruppo Fiat-FCA e Ferrari) non è un escamotage fiscale “ma è dovuto al fatto che l’85% del valore delle loro società ha sede in Olanda”. «È una sciocchezza», scrive su Facebook Giorgia Meloni. Per la leader di Fratelli d’Italia è infatti una sciocchezza «alla quale non crede nessuno e che solo un inutile Governo come quello di Renzi e Alfano può tollerare a cuor leggero. FCA ha spostato la sede legale e la sede fiscale solo per non pagare le dovute tasse in Italia. Ma, se vogliamo prendere per buone le parole di Elkann, se la Exor è veramente una società olandese come FCA e Ferrari, perché continuano a pubblicizzarsi nel mondo con il marchio Italia? Perché si rivendica l’italianità della Ferrari e si fa sventolare il tricolore negli spot della 500 in giro per il mondo? Cominciassero a vendere in giro per il mondo come società olandese, perché oggi, da quanto dice Elkann, stanno facendo pubblicità ingannevole come il peggiore dei “parmesan”».

Elkann: “Sedi in Olanda? Non è un trucco fiscale”

John Elkann, presidente di Exor, la holding del gruppo Agnelli, ha parlato con i giornalisti dopo l’assemblea degli azionisti. È l’ultima assemblea in Italia della società che, come le controllate Fca, Cnh Industrial e Ferrari, trasferirà la sede in Olanda. Elkann ha dichiarato: «La sede in Olanda non è assolutamente un escamotage fiscale. E’ un grande errore dare un valore simbolico a questa operazione ed estrapolare storie fantasiose. L’85% del valore delle nostre società ha già sede in Olanda, semplicemente il contenitore segue il contenuto». «I nostri azionisti hanno dato pieno sostegno a questa operazione, l’85% ha votato a favore. Abbiamo tra i nostri soci azionisti istituzionali importanti, che credono in Exor», ha sottolineato Elkann. «Proprio perché la nostra scelta non ha un connotato simbolico, i politici non hanno storto il naso. Si tratta di guardare le cose in modo obiettivo, è un’evoluzione naturale i cui benefici sono chiari a tutti», ha aggiunto Elkann.