Mangiare sano aiuta: è questa la “ricetta” per andare bene a scuola

FacebookPrintCondividi

Mangiare sano aiuta. Anche a scuola. E con le scuole appena iniziate ecco la ”ricetta” per pagelle migliori sin dalle prime classi elementari: uno studio finlandese ha mostrato infatti che una dieta sana potenzia le capacità di lettura dei bambini a partire dalla prima elementare. Mangiare sano è uno studio pubblicato sull’European Journal of Nutrition. Studio che è parte del progetto di ricerca ”Physical Activity and Nutrition in Children Study” condotto all’Università della Finlandia orientale e del ‘First Steps Study’ condotto all’Università di Jyväskylä. Gli esperti hanno valutato la dieta di 161 bimbi di 6-8 anni per stabilire quanto fosse sana e poi hanno valutato le capacità di lettura dei piccini con dei test ad hoc. Mangiare sano, insomma, non fa solo bene. È utile all’apprendimento. I ricercatori hanno visto che già in prima elementare i bambini che seguivano una dieta sana (povera di zuccheri, povera di carne rossa e grassi saturi, ricca di cereali integrali, grassi insaturi, verdure e frutta, pesce) mostravano di essere più bravi a leggere rispetto ai coetanei con alimentazioni ricche di zuccheri e grassi cattivi. Inoltre hanno visto che i bimbi che mangiavano in modo sano facevano più progressi nelle abilità di lettura passando dalla prima alla seconda elementare e poi dalla seconda alla terza, rispetto ai coetanei con diete meno salubri. L’associazione con la sana alimentazione persiste anche quando si considerano altri fattori che possono influenzare il rendimento scolastico quali lo stato socioeconomico della famiglia del bambino e la sua forma fisica. Mangiare sano, perciò: fin dalle elementari. Ecco il segreto.