Grillini, la Lombardi all’attacco della Raggi. «Le tue nomine sono un virus»

Il verminaio è in ottima salute. «Qualcuno si è auto-definito “lo spermatozoo che ha fecondato il movimento”. Io penso che la definizione esatta sia “il virus che ha infettato il movimento”. Ora sta a noi dimostrare di avere gli anticorpi». È è il post al vetriolo di Roberta Lombardi, deputata Cinquestelle ed ex  membro del mini direttorio capitolino. L’attacco è a Raffaele Marra, braccio destro di Virginia Raggi, che al momento della sua nomina si era appunto auto-definito lo spermatozoo che ha fecondato l’ovulo del movimento a proposito di legalità. Nel post scriptum la Lombardi è ancora più velenosa: «Poiché la trasparenza è un valore del M5S, sono sicura che il sindaco Raggi pubblicherà subito i pareri dell’Anac in suo possesso sulle nomine di Marra e Romeo».a la legalità io mi definisco lo spermatozoo che ha fecondato l’ovulo del Movimento. Sono uno di loro”.

Lombardi: Marra è un virus

Un’agguerrita Lombardi, dopo aver lasciato un paio di mesi fa il mini direttorio, torna a parlare della Capitale e lo fa con un post durissimo su Facebook in cui chiede alla Raggi trasparenza sulle due nomine tanto discusse: quella di Marra, prima vice capo di gabinetto ora capo del personale capitolino, e quella di Salvatore Romeo capo della segreteria. La parlamentare Cinquestelle ha anche corredato il posto pubblicando l’inchiesta dell’Espresso dal titolo “Così il braccio destro di Raggi faceva affari con l’immobiliarista della Casta”. L’inchiesta svela che il fedelissimo della sindaca, quando era direttore del Patrimonio e della Casa del Campidoglio in quota Alemanno, comprò un attico di lusso dal gruppo di Sergio Scarpellini, ottenendo uno sconto di quasi mezzo milione di euro rispetto ai prezzi di mercato. «Abbiamo gli anticorpi per respingere i virus che hanno infettato il movimento» ha commento sul suo profilo Twitter, Carla Ruocco, membro del direttorio.

I militanti si scatenano sul web

Tantissimi i commenti degli attivisti Cinquestelle al post, gran parte di questi critici. «Questo post è vergognoso! Roma ha bisogno di essere salvata non di queste faide interne di merda!», attacca un militante mentre c’è chi definisce la deputata pentastellata «una bimba di due anni». Un altro scrive: «La  tua trasparenza ucciderà gli altri attivisti che si fanno il mazzo tutti i giorni. Queste cose che pretendi, sacrosante, si chiariscono dentro 4 mura, non su fb”. Ma c’è anche chi la difende. «Il virus è Marra non la Lombardi». Ma c’è chi cerca anche di sedare gli animi: «Signori e Signore, basta polemiche tra non molto parlerà la Sindaca Virginia»