Immigrato ubriaco su un’auto rubata e senza patente: (subito) ai domiciliari

Senza certezza della pena in Italia sarà il caos più totale. L’ennesimo episodio sulle strade di Lonato del Garda evidenziano purtroppo una prassi consolidata: ubriachezza alla guida e assenza di patente da parte di un nordafricano di 31 anni. Poteva causare morti, ma per fortuna così non è andata. E§cco cosa è accaduto: «Gomme rovinate e andatura a zig zag, quanto basta per attirare l’attenzione dei Carabinieri di Lonato del Garda e far alzare la paletta. L’uomo al volante dell’auto, che procedeva in maniera sospetta lungo via Campagnola, si è fermato all’Alt, ma una volta sceso dal veicolo ha tentato la fuga a piedi. Nel disperato tentativo di evasione avrebbe pure spintonato i militari, tra loro anche il comandate della compagna di Desenzano David Fontana. Di motivi per scappare l’uomo – un 31enne nordafricano– ne aveva parecchi: non solo guidava in evidente stato di ebrezza – tanto che si è rifiutato di sottoporsi all’alcol test – ma non aveva mai conseguito la patente». Così le cronache locali tra cui Brescia Today segnalano l’ennesimo caso di guida in stato di ebrezza, di furti di auto e di mancanza di patente che ormai sono diventati un norma. Infatti successivi controlli hanno evidenziato che l’uomo era al volante di un’auto rubata. Per il 31enne sono quindi scattate le manette: in attesa che vengano definite le altre posizioni, il giovane dovrà scontare 6 mesi e 20 giorni di arresti domiciliari per il reato di resistenza a pubblico ufficiale. Poi?…