Fiorello precisa: «Io nemico degli show di beneficenza? Non scherziamo…»

FacebookPrintCondividi

«Adesso io sarei il nemico giurato degli spettacoli di beneficenza? Io che solo in questo mese ne faccio tre… Chiedo scusa se ho pensato male di qualcuno senza motivo, se ho ostentato diffidenza in un Paese come l’Italia, noto anche all’estero per la sua trasparenza»: Fiorello riaccende il suo smartphone, dopo l’estate, a Roma, nel bar che ospita Edicola Fiore, e ironizza sul clamore delle sue dichiarazioni dei giorni scorsi.

 Fiorello precisa: «Non dovete travisare»

«Ci sono mai stati furbetti in Italia? Nooo, siamo la banda degli onesti», continua, prima di precisare:«Anch’io sono stato gabbato in passato. Non dovete travisare o fare finta di non capire. Io ho solo detto attenzione, occhio a chi c’è dietro gli artisti, a chi manipola… Quando, ad esempio, c’è la tv che copre i costi di produzione, si può riuscire a dare il 100% degli incassi in beneficenza». Poi Fiorello ammette: «Ho fatto un errore: fare di tutta erba un fascio. Io metto la mano sul fuoco su Beppe Carletti o Paolo Fresu, ma su altri no. Bene anche un evento come Amiche per l’Abruzzo con Laura Pausini o la partita amichevole di calcio di domani tra la Roma e la squadra argentina del San Lorenzo». Tra le persone che hanno mostrato di comprendere lo spirito dell’esternazione di Fiorello, lui cita, ad esempio, Camila Raznovich, che ha risposto “grazie, da oggi faremo più attenzione”. Dopo la ripresa sul web, Edicola Fiore tornerà quotidianamente in tv, su SkyUno, e in chiaro, su Tv8, con Fiorello e Stefano Meloccaro, a partire da lunedì 10 ottobre.