Fa sesso di gruppo, il video è in Rete: giovane romana denuncia 3 persone (video)

FacebookPrintCondividi

Un caso che ha alcune analogie con quello di Tiziana Cantone, la giovane suicida dopo che i suoi video sono finiti in Rete, è stato denunciato a Roma da una giovane di 20 anni, che ha portato in tribunale chi ha abusato della sua buona fede. Secondo quanto rivela il Corriere della Sera, il caso risale a febbraio scorso e ora il pubblico ministero Nicola Maiorano ha concluso l’indagine nei confronti degli amici della ventenne contestando a tre di loro l’interferenza illecita nella vita privata della ragazza. I tre, di 22, 23 e 24 anni, rischiano fino a 4 anni di carcere.

Il video del sesso di gruppo è diventato virale

Così la cronista Ilaria Sacchettoni ricostruisce la vicenda per il quotidiano di via Solferino. La vicenda si svolge nella periferia sud della Capitale. La giovane «ha un debole per un piccolo imprenditore, il ragazzo viene da una famiglia che si occupa di distributrici automatiche ed è anche il datore di lavoro. I due sono attratti l’uno dall’altra. Una sera si trovano, lei è adulta, padrona del proprio corpo, si sente desiderata, è a proprio agio. Lui le propone di allargare il rapporto ad altri due amici. Lei accetta. Alla fine – scrive il quotidiano – sono in quattro, si conoscono, fanno lo stesso lavoro, vengono dallo stesso quartiere. Vent’anni lei, vent’anni loro. Lei si lascia riprendere: è sesso fra persone consenzienti nulla di morboso”. Poi però “le immagini di quella serata iniziano a viaggiare su Facebook e Whatsapp, lei è riconoscibile, piovono commenti». Così alla fine la giovane decide di denunciare tutto in procura.